Arriva ‘The Beatles: Eight Days a Week’

Come diventare artista della vita

Arriva ‘The Beatles: Eight Days a Week’

Cresce la curiosità intorno al documentario autorizzato di Ron Howard sui primi anni dei Beatles la cui data di uscita nelle sale statunitensi è il 15 settembre prossimo.

“The Beatles: Eight Days a Week – The Touring Years” (titolo tratto da uno dei primi singoli  di successo del gruppo) si basa sulla prima parte della carriera dei Beatles ( quella tra il 1962 e il 1966) ed esplorerà come John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr siano diventati il gruppo leggendario che tutti conosciamo.

L’apparizione dei Beatles all’ Ed Sullivan Show nel 1964 ha segnato l’esplosione della loro popolarità. Quando la band concluse il tour aveva eseguito 166 concerti in 15 paesi e 90 città.

Il film indaga il lavoro dietro le quinte del gruppo, le doti musicali uniche dei suoi componenti e le loro personalità complementari. In più li segue fin  dalle prime esibizioni al Cavern Club di Liverpool per concludere con il loro ultimo concerto al Candlestick Park di San Francisco nel 1966.

beatlemania-is-alive-in-first-trailer-for-the-beatles-eight-days-a-week-the-touring-years

Beatlemania è  stata già ben raccontata (a dir poco) in tutti i suoi dettagli, ma  mai prima di adesso si era riusciti ad ottenere una così ampia documentazione dei loro concerti e  la piena collaborazione di Paul McCartney, Ringo Starr, Yoko Ono Lennon e Olivia Harrison.

Ron Howard ha dichiarato, infatti,  in un intervista alla rivista  “Rolling Stone” che il suo doc comprende rari filmati della band, tra cui un video in Super 8 dei Beatles in concerto:

Ora possiamo sincronizzare i vari filmati con le registrazioni audio e creare una esperienza  così coinvolgente e a tutto tondo, che credo che sarà come se ci ritrovassimo da qualche parte negli anni sessanta, vedendo, ascoltando e provando quelle emozioni  come se fossimo lì . E come regista questa è una sfida fantastica.

A noi non resta che aspettare settembre gustandoci i pochi minuti del trailer del documentario e ascoltando le note della canzone da cui è stato tratto il titolo di questo omaggio cinematografico alla band più amata di tutti i tempi.


 

Rispondi