Dolores O’Riordan, “la vita cambia ogni giorno”

Come diventare artista della vita

Dolores O’Riordan, “la vita cambia ogni giorno”

La voce di Dolores O’Riordan mi ha sempre ricordato le calle che ondeggiano vicino a un ruscello, poetiche e forti, ma allo stesso tempo così delicate.
La sua storia è così come le calle.

Le calle sono fiori molto simili al giglio, bianchi e profumati.
Crescono vicino ai corsi d’acqua e spesso ondeggiano insieme mosse dei flutti e dal venticello.
Le calle hanno un lungo stelo verde che sembra molto resistente, così come la candida corolla.
Le calle sembrano così resistenti e invincibili di fronte a quell’ondeggiare.
Ma basta un tocco un po’ più forte sulla corolla, che si rovinano, si assottiglia la trama come una velina e si spezza il gambo.

Dolores soffriva di Disturbo Bipolare, un disturbo che comporta grossi sbalzi d’umore, in cui si alternano periodi di depressione a periodi di umore talmente alto da diventare tormentoso e molesto.

Ci sono momenti in cui ho sofferto. La morte di mio padre e quella di mia suocera, sono state molto dure per me. Guardandomi indietro, penso che la depressione, qualunque sia la causa, è una delle cose peggiori da affrontare”.

La vita aveva riservato diverse brutte sorprese alla voce dei Cranberries, ma la musica era stata un’ancora di salvataggio, la sua terapia.

Leggi anche: Ezio Bosso, musica e terapia



In un’altra intervista, Dolores aveva dichiarato che a 23 anni, dopo l’enorme successo ottenuto dai primi album, visse un momento di profonda depressione che descriveva così:
Ero impazzita per un po’. Non volevo uscire o lasciare la mia stanza. Anche quando ero nella mia stanza vedevo facce che mi guardavano”.

La lotta ai suoi demoni si è fatta anche più dura dopo la separazione dal marito e l’ufficializzazione della diagnosi di disturbo bipolare.
Le difficoltà l’avevano provata tanto da annullare il tour europeo lo scorso anno.

Non ci aspettavamo la triste notizia.

La sofferenza ha molte strade attraverso cui manifestarsi e attraverso qualcuna  può addirittura sublimarsi, trovare un senso all’interno della propria storia.

Vogliamo ricordare così Dolore O’Riordan, attraverso la voce dolce e tormentata, fragile e allo stesso tempo invincibile attraverso dolore e voglia di vivere si mescolano.

Oh my life is changing everyday
in every possible way
And though my dreams
it’s never quite as it seems
Never quite as it seems

Valentina Freni



VUOI TRASFORMARE AL TUA VITA IN UN'OPERA D'ARTE?
Resta aggiornato. Ricevi contenuti esclusivi gratuitamente!
Nel rispetto della tua privacy

 

Rispondi