Tenerezza, Amore, Cura: la Forza delle Donne

Come diventare artista della vita

Tenerezza, Amore, Cura: la Forza delle Donne

Come ho accennato in altri articoli, amo moltissimo l’hip-hop di cui sono stata anche una frequentatrice ravvicinata (e sì, sono una cantante lirica. Ma ricordatevi –e vale per tutti- Whitman diceva ‘sono vasto, contengo moltitudini’).

Quindi oggi voglio raccontarvi delle magnifiche TLC, gruppo hip-hop soul/r & b, al picco massimo della fama negli anni 90. Immediatamente voglio dirvi di procurarvi ed ascoltare FanMail del 1999. Per la copertina utilizzarono le foto di migliaia di loro file rese pixels ed unite.

Album strepitoso, con i due singoli No Scrubs e Unpretty a fare da traino. Personalmente andavo letteralmente pazza per Silly oh e I’m Good At Being Bad, come ho detto, vi consiglio di ascoltarlo tutto ed approfondire i testi potentissimi.

Le TLC erano una triade meravigliosa di donne (e ricordiamoci che storicamente l’hip hop è maschilista) ed i messaggi che trasmettevano nei loro brani erano di rispetto e amore verso se stesse. Penso che la Terra in questo momento abbia una necessità vitale di guardare al femminile e le giovani donne di avere riferimenti forti a cui guardare in cui riconoscersi.

Donne che non temono di mostrare la loro femminilità né la loro forza, consce che l’una non esclude l’altra. Donne che si supportano e sostengono con grande amore, perché in ognuna di loro sanno che c’è un pezzo di sé. Questo è il passo più complicato e la sfida più affascinante, perché proveniamo da secoli in cui le donne sono state appositamente messe l’una contro l’altra ed abituate ad essere loro stesse le prime nemiche delle loro simili: si sa che la separazione crea debolezza, è la base del manipolazione ed è stata utilizzata in vari sistemi ma sempre con la stessa finalità ‘Dividi et impera’, dividi e governa, dicevano i nostri avi.

Leggi anche: “Fra cent’anni le donne non saranno più il sesso protetto” 

Per cui ecco Le TLC, per es, ad invocare l’amore per se stesse urlando ‘No scrubs’ (scrubs è parola denifìgrativa); cercate il testo e vedrete che è un elenco dei peggiori difetti degli uomini, fannulloni, senza soldi, mammoni etc etc a cui loro dicono di stare lontano da loro, perché non gli daranno il numero di telefono o neanche gli diranno il nome. Unpretty (che inizia e termina con loro tre che si tengono per mano, appunto a sottolineare la forza che scaturisce dall’essere unite) è come una preghiera, un’implorazione a volerci bene oltre qualsiasi ipotetica imperfezione. Perché sulle insicurezze delle donne fioriscono prodotti e mercati, che come sciacalli mangiano su questo indebolimento imposto, quando invece è l’unicità e la differenza da chiunque la vera potenza di un essere umano.

Left Eye, la rapper della trio, per es marcava con il trucco il suo occhio sinistro da cui non vedeva con un preciso segno, esaltando una mancanza e rendendolo un ornamento. Anche vocalmente erano diverse, ed era esattamente questa diversità a dare forza al gruppo: la voce bassa e roca di T-Boz, usata principalmente nelle strofe delle canzoni, i vocalizzi acuti di Chilli, utilizzati per le armonie ed i bridge delle canzoni, e il rap magnifico con la voce leggermente nasale di Left Eye.

Non è un caso, viene da pensare, che “TLC” negli USA sia anche abbreviazione per tender, loving, care -simile all’italiano TVB-). Grazie, ragazze

Laura De Santis

Offri un caffè all’autrice

Vuoi trasformare la tua vita in un'opera d'arte?
Resta aggiornato. Ricevi contenuti esclusivi gratuitamente!
Nel rispetto della tua privacy

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *