Caro Diario … – L’effetto benefico della scrittura.

Come diventare artista della vita

Caro Diario … – L’effetto benefico della scrittura.

Scrivere e/o tenere un diario possono essere un potente mezzo per promuovere benessere, salute e consapevolezza di sé.

Le ricerche svolte indicano che, scrivere pensieri e sentimenti aiuta a sentirsi meno confusi, promuovere la creatività e scoprire risorse interne di cui non eravamo consapevoli.

Le azioni, le parole pronunciate, i pensieri, a volte, corrono così veloci da non riuscire a tenerne traccia.
Si può avere l’impressione di essere travolti da una marea di informazioni e di non riuscire a venirne a capo, anche quando riguardano gli eventi più importanti della nostra vita, facendoci sentire confusi.

In questi casi torna utile ricordare il detto latino “verba volant, scripta manent” , “le parole volano, gli scritti rimangono”. Le parole su carta vengono fissate e non si perdono.

Scrivere e/o tenere un diario possono essere ottimi esercizi per promuovere benessere, salute e consapevolezza di sé.

La scrittura di un’esperienza che prevede di dover riorganizzare le idee prima di metterle su carta.
È necessario impostare una narrazione ripercorrendo mentalmente ciò che è successo.
Attraverso questa operazione alleniamo la memoria a lungo termine e la memoria di lavoro.

Quando si trasforma un evento in una narrazione, è necessario tradurre le immagini, le sensazioni e tutti i dati non verbali in un codice verbale.
Quello che facciamo è dare un nome a quanto abbiamo vissuto.
L’attività di labelling (etichettare le emozioni) sottostante alla scrittura, consente quindi di mettere ordine in ciò che si prova e sentirsi meno confusi.

Ricostruire una narrazione attiva una riflessione grazie alla quale poter trovare un significato a quanto successo, considerare anche altri punti di vista e magari scoprire risorse ed opportunità di cui non eravamo consapevoli o che non riuscivamo a vedere.

Anche le ricerche svolte nel campo della salute mentale hanno dato conferma degli effetti benefici della scrittura.

Lo psicologo Pannebaker si è occupato dell’impatto della scrittura sul benessere personale, in particolare in relazione ad eventi molto stressanti o traumatici.

In suo un esperimento veniva chiesto ai partecipanti di scrivere una pagina di diario al giorno per quattro giorni, concentrandosi sull’evento più traumatico della propria vita, descrivendo pensieri ed emozioni ad esso connessi.

I risultati mostrarono che ci furono degli effetti benefici, in particolare si riscontrano effetti postivi sul rendimento scolastico (per chi era ancora studente) e sul decorso di malattie croniche e gravidanza.

Scrivere può modificare il modo in cui pensiamo o quello che sentiamo rispetto ad un evento traumatico.

Come iniziare a scrivere o tenere un diario?
Dopo aver scelto se utilizzare un vero proprio diario, un’agenda o il pc o applicazioni, sarà molto utile cercare un luogo che favorisca la scrittura.
Un ambiente che faccia sentire a proprio agio mentre si scrive. Questo non significa che debba trattarsi per forza di un luogo silenzioso.
Infatti molti trovano efficace scrivere circondati da persone, come per esempio in un caffè o in treno.
Nessun limite a dove scrivere.

Non ci sono guide su cosa scrivere, ma se la pagina bianca spaventa, è un ottimo consiglio quello di iniziare ad annotare i pensieri così come vengono in mente.
Quanto scritto deve fa star bene noi, non ha lo scopo di essere stato creato per compiacere gli altri.

Solo attraverso il riconoscimento di questa libertà di espressione potremmo avere tutti gli effetti benefici della scrittura.

Valentina Freni

SCOPRI ALTRI LIBRI PER CRESCERE
We respect your privacy.

 

Rispondi