5 Motivi per i quali leggere fa bene

Come diventare artista della vita

5 Motivi per i quali leggere fa bene

Leggendo abbiamo la sensazione seppur vaga che i libri , con le loro storie, i loro personaggi, tocchino corde profonde del nostro animo.
Come questo sia possibile fa parte del grande mistero e del fascino che avvolge i romanzi che più abbiamo amato.

Alcuni romanzi entrano universalmente in risonanza con le nostre corde emotive e trascendono i limiti del tempo (è il caso dei grandi classici della letteratura). Capita inoltre che alcuni romanzi ci siano arrivati proprio al momento giusto quando ne avevamo più bisogno.

Ma esattamente che cosa fa la letteratura?

(Illustrazioni di Martina Stipan)

CI FA GUADAGNARE TEMPO

Ci potrebbe sembrare di perdere tempo leggendo, eppure attraverso la letteratura apprendiamo e sperimentiamo un caleidoscopico immaginario di eventi ed emozioni che richiederebbero altrimenti anni per poter essere vissute e apprese o che forse non sperimenteremmo mai direttamente. I romanzi sono dei simulatori della realtà: ci consentono di apprendere in maniera del tutto protetta le conseguenze di azioni e scelte sbagliate, vivere in epoche e realtà lontane dalla nostra, incontrare grandi personaggi della storia, conoscere caratteri diversi dai nostri, compiere azioni che mai faremo nella realtà.

CI FA VEDERE LA REALTA’ DA DIVERSI PUNTI DI VISTA

I libri ci consentono di guardare alla nostra realtà, a singoli eventi o a grandi tematiche attuali dell’individuo o della società da diverse prospettive. Assumendo il punto di vista dei diversi protagonisti si può sperimentare di volta in volta una vicenda da diverse angolazioni. Questa abilità nel cambiare punto di vista ci permette di sviluppare empatia e di comprendere al meglio le situazioni della vita di tutti i giorni, gli individui e i motivi delle loro azioni.

CONSENTE LA CONDIVISIONE

Leggere appare un’attività solitaria vista dall’esterno, eppure interiormente la nostra mente è affollata dai personaggi che prendono vita grazie alla nostra immaginazione. Personaggi che condividono i nostri stessi dolori per un’infanzia difficile o un amore finito, le difficoltà di crescere e trovare lavoro, e così via. Quando leggiamo non siamo soli perchè in quel momento ci sentiamo compresi, e capiamo che esistono altre persone che hanno vissuto il nostro stesso dolore, la nostra stessa difficoltà prima di noi.

I libri ci permettono inoltre di acquisire un linguaggio più ampio e consono a comprendere la nostra realtà, ci permettono di descrivere e condividere le nostre emozioni e i nostri pensieri.

PREPARA AL PEGGIO

Nei libri ritroviamo guerre, conflitti, lutti: tutte vicende che possono essere a noi molto distanti così come realmente accadute o ancora in atto. Nelle tragedie conosciamo l’uomo e gli strumenti messi in atto per far fronte al peggio. I libri ci preparano a ciò che di brutto può accadere nella vita. E se non ci preparano alle conseguenze emotive di eventi tragici, almeno ci suggeriscono gli strumenti per affrontarli e superarli.

PERMETTE DI VIAGGIARE

Viaggiare nel tempo, nello spazio, con la mente o emotivamente. I libri sono un supporto alla nostra crescita e alla nostra maturità, ci forniscono una panoramica sul mondo e sugli individui. I libro è un compagno piacevole nei momenti di svago, e nei momenti di tristezza e solitudine ci mostra percorsi alternativi e ci fornisce nuove idee.

LA LETTERATURA CI CONSENTE DI COLTIVARE L’ARTE DEL BELLO E TRASCENDERE I NOSTRI LIMITI GRAZIE ALLE OPERE DI GRANDI AUTORI DEL PASSATO CHE DELLA SCRITTURA HANNO FATTO UN’ARTE IN GRADO DI SUPERARE LE BARRIERE DEL TEMPO.

Alessandra Notaro

SCOPRI ALTRI LIBRI PER CRESCERE
We respect your privacy.

 

Rispondi