Depressione e Adolescenza – 3 serie tv e 2 film per parlarne

Come diventare artista della vita

Depressione e Adolescenza – 3 serie tv e 2 film per parlarne

La dolorosa vicenda di Noa Pothoven ha riacceso i riflettori su quanto sia importante tenere vivo il dialogo sulla salute mentale in adolescenza e in particolare sulla Depressione. Si possono riconoscerne i segnali ma parlarne è spesso difficile per chi ne soffre.
Alcuni film e serie tv possono aiutare a stimolare il dialogo.

La dolorosa vicenda di Noa Pothoven ha riacceso i riflettori su quanto sia importante tenere vivo il dialogo sulla Salute Mentale, soprattutto in una delicata età di sviluppo come l’adolescenza.

Come riportato anche da un recente articolo del Corriere della Sera, gli esperti concordano sul considerare la fascia d’età tra i 16 e i 18 anni come quella più a rischio depressione, a cui si associano autolesionismo e nei casi peggiori, tentativi di suicidio.

Parlarne è importante, così come conoscere quali sono i segnali per accorgersi se qualcuno a noi caro sta soffrendo di depressione.

Consapevoli che in genere i primi ad accorgersi di queste gravi forme di sofferenza sono amici e coetanei.

Quali sono i segnali?

Innanzitutto sembrerà ovvio ma è necessario verificare che la persona abbia un tono dell’umore molto basso, una profonda e persistente tristezza.
Non deve trattarsi di forme di malinconia o tristezza comune ma di una sofferenza spropositata.

Si possono osservare un forte senso di disperazione o di impotenza, “non ho nessuna speranza, non ho niente” ripetono in molti.

Molt* ragazz* riferiscono di sentirsi in trappola, di essere un peso per sé e per chi hanno intorno.
La persona non ha più interesse per le proprie attività, non ha voglia di uscire, di fare ciò che solitamente ama e non riesce a concentrarsi.

Anche il sonno e l’appetito sono alterati: spesso ci sono delle condotte alimentari anomale e si ha eccessiva sonnolenza o al contrario difficoltà a dormire.
Molti riferiscono un’eccessiva stanchezza e mancanza di energia.

Se si riconoscono alcuni di questi segni, è utile chiedere al/alla ragazz* come si sente, cosa si può fare per aiutarl*.

È estremamente necessario consigliare alla persona di chiedere un supporto a un genitore o ad un altro adulto significativo e rivolgersi a degli specialisti.

Molto spesso chi soffre di depressione o di qualunque altro sintomo legato alla salute mentale, trova molto difficile parlarne, sentendosi vulnerabili e incompresi.
Un modo per facilitare la discussione può essere attraverso la visione di film e serie tv.
Tra quelli più interessanti a riguardo:

– 13/ Thirteen reason why

È una serie tv americana incentrata sulle vicende che hanno portato la  giovane Hannah Becker ha suicidarsi. Anche se non si parla direttamente di depressione, è facile intuire che le angherie subite dalla giovane studentessa abbiano prodotto un forte impatto sulla sua salute mentale portandola alla scelta estrema.

– 5 giorni fuori

In questo film del 2010, il giovane Craig soffre di depressione. Il giovane dopo aver chiesto aiuto, viene ricoverato in ospedale, ma il reparto per i ragazzi è in ristrutturazione, per cui dovrà passare 5 giorni in quello degli adulti. Qui incontrerà una serie di è personaggi bizzarri che lo aiuteranno a far luce sulla propria sofferenza. Tra gli attori Zach Galifianachis di Una Notte da Leoni e Keir Ghilchrist protagonista di Atypical

The end of F***ing world

Anche in quest’altra serie Netflix non si parla direttamente di depressione, ma si possono riconoscere facilmente segni di sofferenza nei due protagonisti.
James è un adolescente con una pesante storia familiare alle spalle e convinto di essere psicopatico. Alyssa è un’adolescente ribelle, infelice della sua vita familiare.
I due ragazzi decidono di scappare insieme per sfuggire alla tristezza della loro vita.

-Big Mouth

Questa serie è un cartone irriverente che parla di un gruppo di amici tra i 12 e i 13 anni alle prese con lo sviluppo puberale. Nell’ultimo episodio della seconda stagione, Jessi, una dei protagonisti, si lega a Kitty, un grosso e brutto gatto blu, personificazione della Depressione di cui la ragazza è vittima.

– Ragazze Interrotte

In questo famoso film con Winona Ryder e Angelina Jolie, si parla di un gruppo di ragazze ricoverate in una clinica per disturbi mentali. Tra queste ragazze c’è Susanna, che dopo essersi allontanata dal mondo tenta di uccidersi. Dopo varie peripezie, la ragazza deciderà di affrontare un percorso per combattere la propria depressione.

Valentina Freni

VUOI TRASFORMARE AL TUA VITA IN UN'OPERA D'ARTE?
Resta aggiornato. Ricevi contenuti esclusivi gratuitamente!
Nel rispetto della tua privacy

 

Rispondi