Calendario dell’avvento Creativo – Lettere da Babbo Natale – J.R.R. Tolkien

Come diventare artista della vita

Calendario dell’avvento Creativo – Lettere da Babbo Natale – J.R.R. Tolkien

Siamo abituati ad inviare noi delle letterine a Babbo Natale.
E se invece fosse proprio Babbo Natale a decidere di inviare qualche lettera? E perché mai questo rubicondo vecchietto dovrebbe farlo?

Sicuramente non lo farebbe per chiedere a sua volta dei doni: Babbo Natale è circondato da cose bellissime non ne ha bisogno di giocattoli e dolcetti.

Ebbene molto tempo fa Babbo Natale ha effettivamente deciso di essere lui il mittente di qualche letterina e ha deciso che il destinatario fosse il piccolo John di tre anni e lo ha fatto per raccontare le sue meravigliose avventure al Polo Nord.

Il caro vecchietto racconta al bambino di quanta neve sia caduta al Polo Nord, ma che nonostante le intemperie non mancherà di consegnare i doni.
Ma racconterà poi dell’Orso Bianco combinaguai che si è arrampicato sul palo del Polo Nord ed è caduto dal tetto direttamente nella sala da pranzo di Babbo Natale; dei Goblin ruba-regali; delle renne poco disciplinate e molte altre figure straordinarie.

E così dal quella prima lettera del dicembre 1920 (99 anni fa!), negli anni a seguire, i piccoli della famiglia Tolkien (lo scrittore del Signore degli Anelli) riceveranno ogni Dicembre una missiva dal buon Santa Claus.

Nel Dicembre del 1943, in casa Tolkien l’ultima bambina è la tredicenne Priscilla e a lei è destinata l’ultima toccante lettera, quella in cui si racconta della sua profonda tristezza per la guerra e la speranza per un futuro Natale di pace.

Aspettando la notte in cui il celebre vecchietto scenderà giù dai camini, leggere e ascoltare le lettere “raccolte” da papà Tolkien, è un modo per regalarsi tanta tenerezza e un po’ di genuino spirito natalizio.

L’edizione italiana è pubblicata dalla casa editrice Bompiani.

Valentina Freni

VUOI TRASFORMARE AL TUA VITA IN UN'OPERA D'ARTE?
Resta aggiornato. Ricevi contenuti esclusivi gratuitamente!
Nel rispetto della tua privacy

 

Rispondi