Calendario dell’Avvento Creativo – Auguri resilienti a tutti voi!

Come diventare artista della vita

Calendario dell’Avvento Creativo – Auguri resilienti a tutti voi!

Buongiorno cari salottieri, eccoci arrivati al gran finale di questo calendario dell’avvento creativo.

Un calendario che è stato un po’ una scommessa con noi stesse per svariate ragioni: sia perché non credevamo che avremmo trovato abbastanza argomenti in stile salotto di cui parlarvi, sia perché mantenere un impegno giornaliero e costante, con la vita che tutti noi conduciamo, può risultare estremamente difficoltoso!

Ma ce l’abbiamo fatta!

Giorno dopo giorno, abbiamo aperto insieme a voi le nostre finestrelle resilienti e portato avanti questo percorso! E come d’obbligo, alla fine di tutti i percorsi adesso è arrivato il momento di tirare le somme.

Cosa abbiamo imparato dal nostro calendario creativo? Quali riflessioni ci ha spinto a fare?

E proprio perché il salotto è un luogo dove diverse voci possono dialogare, ognuna di noi vi dirà cosa ha pensato e cosa si porterà a casa di questa esperienza.

Ritrovare il proprio DNA creativo.

Dover individuare un tema creativo per ogni casella a me toccata in sorte, mi ha fatto imparare quanto sia importante riconnettersi con le proprie radici. 

Viviamo in una realtà complessa, che a volte ci fa sentire disorientati e senza punti di riferimento. 

Ritrovare il gusto di celebrare la festa e così facendo di riscoprire storie e tradizioni fa bene all’animo. 

Riscoprire da dove veniamo, cosa abbiamo nel nostro dna creativo e da qui ripartire colmi/e di speranza, pronti/e ad affrontare una nuova decade.

Buon Natale e Buon 2020, Valentina

Quando a scrivere è il Grinch.

Personalmente io sono quella con meno spirito natalizio del gruppo, anzi a dirla tutta ci sono momenti del Natale che proprio non sopporto: tipo i regali forzati, le decorazioni a novembre e ” Only I want for Christmas is you!” sparata a cannone ovunque! Così mettermi a scrivere il Calendario è stata innanzitutto una sfida al Grinch che è in me e onestamente non sapevo chi l’avrebbe avuta vinta: il Natale o il mostriciattolo verde? Avevo dei legittimi dubbi sulle mie capacità di ritrovare il mio spirito natalizio, ma ecco che finestrella dopo finestrella un pensiero mi si chiariva: non dovevo sforzarmi di aderire a quello che è considerato “truly Christmas” dagli altri, ma potevo trovare un modo tutto mio di avvicinarmi al Natale.

È vero che odio ” Only I want for Christmas is you!“, ma è anche vero che considero alcune musiche natalizie meno conosciute dei veri e propri capolavori, che mi piace ascoltare storie di resilienza e umanità e che mi diverto tantissimo a scoprire le coincidenze antropologiche tra Natale, feste delle Luce e cambi stagione (grazie Valentina!). In sostanza ho scoperto che se non mi costringo ad adeguarmi a quello che gli altri pensano del Natale, sono molto più incline a mettere da parte il broncio e lasciarmi andare a un atteggiamento festoso. E a sopportare Mariah!

Buon Natale a tutti voi, da Laura

Organizzazione, compagni di viaggio e creatività

Cosa ho imparato da questo calendario dell’avvento creativo? Giungiamo al termine di una vera e propria sfida su più livelli. Ovviamente ognuna di noi è coinvolta su più progetti e impegni lavorativi quindi riuscire ad arrivare a questo giorno è stata una vera e propria prova di organizzazione.

Ho scoperto che le tre cose che ci sono servite per arrivare fino alla fine del nostro calendario sono le stesse che servono in un team creativo e per portare avanti qualsiasi progetto.

La continuità e l’organizzazione .

Riuscire a coprire tutti i giorni non è semplice. Non è semplice stare sul pezzo, ma con il tempo e facendo delle ricerche mi sono appassionata al tema e ho scoperto il Natale che è in me. Come scriveva Valentina in un vecchio articolo, ho acceso il Natale che è in me! Diverso dal tuo o dal suo, ognuno può trovare un personale spirito per vivere queste festività.

La forza del gruppo.

Se non ci fossero state Laura e Valentina, non ci sarei di certo arrivata a completare da sola tutte le caselle che ci separano dal Natale. Forse è una sentenza trita e ritrita, ma “l’unione fa davvero la forza“. Far sì che il Salotto vi accompagnasse in questi giorni e lo facessimo a modo nostro ci ha dato una missione e una motivazione forte.

Trova la tua “voce”.

Inoltre ho piacevolmente riacceso i motori creativi per trovare gli argomenti stimolanti ai quali dar voce e che lanciassero dei messaggi importanti: creatività, visione della società, speranza e leggerezza allo stesso tempo.

Dunque vi auguro di trovare dei grandiosi compagni di viaggio come sono per me Laura e Valentina; di lasciarvi guidare ogni giorno da buoni pensieri e buone azioni. E non dimenticate, fate bei sogni e iniziate il primo passo per avvicinarvi ad essi!

Buon Natale, Alessandra

Valentina Freni, Alessandra Notaro, L.T.

 

2 risposte

Rispondi