Categoria: Salotto in Versi

Come diventare artista della vita

Tutto scorre nel fiume dei ricordi di Ungaretti

Pensavo allo scorrere delle cose, al loro mutarsi essendo vive. Le stesse immagini della natura ce le rimandano: il fiume scorre e la sua acqua è sempre nuova, la palude è ferma e la sua acqua si sporca ed è melmosa.  Ecco quindi comparirmi questa splendida, potentissima Poesia di Ungaretti, in cui la potenza del fiume…
Leggi tutto

Ode agli ultimi

Marina Cvetaeva è, insieme all’Achmatova, una delle voci più alte della Poesia che la Russia abbia dato all’umanità. Un’Ode ai cosiddetti ultimi della società, che vengono qui innalzati ai massimi onori.

Nessuno è solo. Il corpo e il sesso nella poesia di Anne Sexton

Ho due Guide nella Poesia, ogni tanto lo dico. Entrambe di nome Anna. Oggi vi propongo di bere una Poesia di una delle due, Anne Sexton. Sì, proprio di bere. Le parole possono scendere in gola e scaldare o rinfrescare, a seconda di quello che provocano in voi. Ormai lo sapete: la Poesia è un…
Leggi tutto

Natale in Sicilia

Una poesia non è edulcorata, a tratti feroce per ricordarci che il mondo ci lascia spesso con la “vucca sicca” e la rabbia in corpo. La resilienza e la creatività sono l’unico modo per affrontarlo con forza e caparbietà. Tanti auguri a tutti voi! Ncuntravu u Signuri – Ignazio Buttitta Ncuntravu u Signuri pa stratae…
Leggi tutto

Neruda e le collisioni tra mondi diversi

Neruda è terra e sangue, quindi la vita stessa. Già mi è capitato di dirlo in altri articoli e continua a trovare conferma questa sua capacità stupenda di raccontare l’esistenza, dalla prospettiva della natura (e quindi della terra).

L’arte di restituire alla vita secondo Cortazar

Julio Cortazar ha in sé la sensibilità di dieci Poeti messi insieme. Potreste deflagare interiormente leggendo i suoi versi, per quanta sensibilità vi troverete dentro.

Settembre. La fine del viaggio, il termine della corsa -Biblioterapia

L’estate volge al termine portando con sé colori, sapori, umori di un tempo particolare, dilatato, sospeso.

Un antidoto al pregiudizio nei versi di Marilyn Monroe

Il pregiudizio è un veleno. Ci impedisce di evolvere, di conoscere cose nuove, di stupirci e quindi anche di fare entrare Bellezza nella nostra vita (e di cosa vive l’essere umano se non di Bellezza?!).

Come avere cura di se stessi?

Com’è rallentare, fare spazio, permettere alle cose di venire a noi? Ce ne dimentichiamo, preda dello ‘spingere’ le cose per farle accadere, forzandole.

Il dilemma dell’Artista: pecunia o arte pura?

Da sempre ogni Artista degno di questo nome arriva in un giorno della sua vita a fronteggiare se stesso, domandandosi se è “onesto”, cioè se quello che sta producendo contenga in sé vera linfa creativa o se sia un astratto cartonato, non utile all’Arte ma magari di certo al portafoglio.