“L’omo preferisce la gallina” dice Trilussa

Come diventare artista della vita

“L’omo preferisce la gallina” dice Trilussa

Spesso nella vita immaginiamo che una tale cosa potrebbe piacere più di un’altra, risultare gradita e di conseguenza noi ‘possessori’ della tale cosa. L’essere umano, da che mondo è mondo, ha basato se stesso per lo più sulla necessità di essere appagato dallo sguardo compiacente di qualcuno esterno a lui.

In questa epoca si demonizzano i social accusandoli alimentare il narcisismo, la necessità di ricevere consensi. Necessità che in verità è sempre appartenuta all’essere umano.

Va da sé che se si ha questo ‘bisogno’ è perché vi è insicurezza di sé e del proprio valore. Pensate per esempio ai cosiddetti sciupafemmine, continuamente alla ricerca di una nuova donna da conquistare, per confermare a se stessi un valore che non c’è e viene quindi delegato all’esterno. Di fatto una cessione del nostro potere personale, che mettiamo in mani altrui.

Ma torniamo ad osservare il ‘richiedente dei consensi’: la sua percezione è di essere ammirato e questo è possibile. Ma poi, ad andare alla sostanza, ecco che le preferenze dell’esterno sono altre e ci accorgiamo che l’ammirazione non sempre è affetto.

Infatti, se è vero che nelle relazioni è importante che il sentimento poggi sulla stima (tanto che nel caso venga a mancare il rapporto stesso può anche finire), non è altrettanto vero che chi produce ammirazione sia amato, anzi. Temuto forse, amato no.

Perché l’ammirazione indica la mancanza di riflesso di quella stessa qualità in coloro che guardano e non sempre si traduce in emulazione.

Come fa dire Trilussa al Gatto nei versi conclusivi, disvelando la realtà all’Aquila.

“L’Ingegno” Trilussa

L’Aquila disse ar Gatto: – Ormai so’ celebre,

cór nome e co’ la fama che ciò io

me ne frego der monno: tutti l’ommini

so’ ammiratori de l’ingegno mio!

Er Gatto je rispose: – Nu’ ne dubbito.

Io, però, che frequento la cucina,

te posso di’ che l’Omo ammira l’Aquila,

ma in fonno preferisce la Gallina…

Laura De Santis

VUOI TRASFORMARE AL TUA VITA IN UN'OPERA D'ARTE?
Resta aggiornato. Ricevi contenuti esclusivi gratuitamente!
Nel rispetto della tua privacy

 

Rispondi